Santuario delle Grazie nel Parco del Mincio

398px-Santa_Maria_delle_Grazie_di_Curtatone

Il Santuario della Madonna delle Grazie  è una bella chiesa gotica annessa a un antico monastero, dedicata alla Madonna, e sorge nella piccola frazione di Grazie del Comune di Curtatone a 9 km da Mantova. Il Borgo delle Grazie si affaccia sulle acque della Riserva Naturale del Parco del Mincio e attira molti visitatori e fedeli in cerca di un’oasi verde di pace e serenità. Verso la fine del 1300 per grazia ricevuta, il principe di Mantova Francesco Gonzaga fece edificare un tempio alla Madonna che aveva fatto cessare l’epidemia di peste che aveva colpito i mantovani. I lavori furono affidati all’architetto Bartolino da Novara, che negli stessi anni progettò a Mantova il Castello di S. Giorgio e quello Estense di Ferrara; la costruzione costò ben 30.000 scudi d’oro! Dalla costruzione della basilica aumentarono via via sia i pellegrinaggi che la popolarità di questo luogo considerato miracoloso sia dalla povera gente che dai nobili, e persino l’imperatore Carlo V d’Asburgo e papa Pio II  visitarono l’immagine sacra portando doni.


P1310734-SmallL’interno gotico è decorato con affreschi floreali. Appena entrati si viene attratti da un curioso coccodrillo impagliato che penzola dal soffitto, e da un’impalcata lignea che corre lungo le pareti della navata! Le nicchie ospitano colorate statue di grandi dimensioni, Giuanin d'la masolasimili a manichini di cartapesta, rappresentanti episodi di pericolo scampato per grazia ricevuta dalla Madonna, con molti ex voto in cera a forma di cuori, mani, occhi, seni, bubboni pestiferi: un insieme davvero unico e originale!



Dal 1425 nel piazzale del Santuario delle Grazie, viene allestita “La Fiera delle Grazie” un connubio tra sacro e profano, che costituisce un laboratorio artistico all’aperto e un forte richiamo tradizionale per turisti e mantovani. Proprio durante la grande festa del 14 e 15, si svolge l’annuale “incontro annuale dei Madonnari” che raccoglie decine di artisti da tutto il mondo. I “Madonnari”, pittori che dipingono con gessetti colorati sull’asfalto, creano grandi riproduzioni di quadri famosi d’arte sacra o profana.


Dopo un’immersione nell’arte e nella storia del luogo, ci dirigeremo al vicino imbarcadero del Parco Naturale delle Valli del Mincio, per una meritata escursione in barca, godendo di un emozionante bird-watching, cullati tra acqua e cielo!